Resort 14

Nella continuità con lo stile architettonico e sofisticato delle ultime collezioni, la resort 2014 di Albino propone un nuovo concetto di femminilità basato sulla sovrapposizione di volumi diversi.
La silhouette infatti è studiata in modo geometrico alla maniera dei couturiers francesi degli anni 60 quali Cristobal Balenciaga e Dior, ma con un gusto casual contemporaneo. Cappottini a trapezio in macramè o in organza ricamata a filo si sovrappongono ad ampi pantaloni pigiama in taffettà stampato che sembrano delle gonne lunghe iper glamour. Oppure camicie dalla forma quadrata abbinate a gonne dalla linea a tulipano, i parka a uovo con i classici pantaloni maschili: linee squadrate abbinate si intersecano con quelle più circolari e morbide. Lo stesso concetto geometrico si ritrova nei singoli abiti, e nelle gonne dove il motivo della ruota è sempre interrotto da bordi squadrati tagliati in sbieco o a pannello. Inoltre l'uso delle trasparenze e del layering rende il contrasto dei volumi e delle linee più articolato ed interessante . I tessuti infatti giocano un ruolo importante nella definizione della silhouette: le organze unite stampate e ricamate usate anche come fodera, l'ottoman di seta lino, il taffettàs sostengono le forme e le rendono leggibili, al contrario il crepe maroquine di viscosa, il jersey di seta e la doppia georgette garantiscono fluidità e accentuano il lato sensuale della collezione. Per quanto riguarda i colori, la palette si articola su toni neutri e sofisticati come il cipria, il bianco porcellana, il rosa pallidissimo, il blu oltremare e nero spesso abbinati insieme, con l'intervento violento e scenico del fuxia e del rosso lacca. I vari colori si fondono nella stampa in un disegno floreale molto stilizzate dove i pieni e i vuoti sono modulati dai colori neutri e quelli accesi con l'intervento grafico del nero. 

 

ita eng fra