Fall/Winter 12-13

La collezione Albino Autunno Inverno 2012/2013 si incentra sullo studio delle forme in un esercizio architettonico dove la sartorialità ha comunque un ruolo fondamentale.
La silhouette caratterizzata dal gioco di volumi pieni e vuoti: linee tonde interrotte da tagli netti, geometrici ed essenziali, assenza di elementi decorativi, con un cenno ai maestri couturier parigini.
Il capospalla protagonista:
Cappotti e giacche oversize dalle spalle bombate e dalle maniche a kimono pulite oppure sezionate per giochi di contrasti materici ton sur ton in tessuti di immagine e consistenza militare decisamente maschile ma lavorati con la lycra per un effetto guaina e per adattarsi in maniera perfetti alle forme del corpo femminile  valorizzando il punto vita.
Cover di lana stretch, panni di lana angora e crepe double i materiali principali.
Le maniche sono  protagoniste anche nelle camicie severe abbottate davanti o dietro in charmeuse di seta o in semplice popeline bianco.
È un immagine dove  il rigore militaresco fa da scudo ad una femminilit fragile, a tratti acerba ed androgina.
Sotto questi "pices manches" infatti si abbinano abiti femminili pervasi da un romanticismo a tratti settecentesco, piccole robe de ball di raso di seta lana stampato a motivi tappezzeria chin effetto rorschach, chemisier in cady e tubini in faille dalle maniche bombate.
Oppure coulottes e shorts cortissimi di raso o crepe di lana e bustini in double crepe strech costruiti come capispalla.
La palette dei colori netta e precisa: bianco seta, perla, blumarine, verde militare e nero come base con tocchi di caramello e rosa boudoir; interventi di rosso e verde mela nelle stampe.